Argomenti AttiviArgomenti Attivi  Mostra la lista degli iscrittiLista Iscritti  CalendarioCalendario  Cerca ne ForumCerca  HelpHelp       RegistratiRegistrati  LoginLogin

 

Home     catalogo materiali    piani di costruzione    vecchio Forum    costruzioni      chi siamo       normativa      faq      mappa

 

Racers
 Nautikit Forum :Barche :Racers
Message Icon Topic: Alleggerire idea 850 Rispondi Invia un nuovo messaggio
Page  of 2 Next >>
Author Message
drmacchius
Senior Member
Senior Member


Iscritto: 24 Mag 2008
zona (provincia): Novara
Online Status: Offline
Messaggi: 184
Quota drmacchius Replybullet Topic: Alleggerire idea 850
    Posted: 01 Nov 2017 alle 23:30
Ma riscalare il progetto di Idea 850 al 90% per ipotizzare una trasportabilità su carrello o con svaso obliquo (come sui mini) con camioncino sarebbe fattibile o stravolgerebbe totalmente il progetto?

Nella mia ricerca di una barca d‘ altura per singoli o coppie non ho trovato ancora niente che possa avere la filosofia del mini ma l‘abitabitabilità di un 24 piedi. Se si esclude il django 7.7 — che costa quanto un 12 m- credo non esista niente nemmeno in commercio, quindi investire su una barca così ne farebbe valere la pena anche se La si facesse realizzare a professionisti o la si facesse in costruzione assistita utilizzando materiali pregiati invece della vtr e non si risparmiasse sulle attrezzature di comporta ed elettronica
IP IP Logged
crispilo
Moderator Group
Moderator Group
Avatar

Iscritto: 12 Set 2006
Online Status: Offline
Messaggi: 1500
Quota crispilo Replybullet Posted: 03 Nov 2017 alle 22:32
l'anno scorso dopo un tot di mesi di frequentazioni di regatanti offshore, amici e conoscenti, inserii una tavola extra di testo nei piani cone le specifiche per una versione pure racing alleggerita, questo un estratto , è in inglese ma credo si capisca :

"The following indications must be anyway tuned with the ones related ot OSR class in which the boat will be rated and to the specific ones of the regattas.
The light version boat is safe, but nonethelss has to be build more strictly to specifications since she has somehow less "safety reservoirs" compared to standard hull; it has to be pointed out that interiors in this versions are striped to the minimum to keep the boat light, so don't expect this version to be as comfortable as standard version.
Total weight saving will be in the range of 300 kg for vacant ship condition."

In sostanza passando a paratie e altri parti in sandwich e lasciando il guscio dello scafo in strip planking, e tirando gli interni al minimo si arriva ad avere in configurazione regata una barca più leggera di 300 kg, che non è poco.
A mio parere una tale operazione è giustificabile solo se la barca è pensata per un programma specifico di regate, altrimenti ci si trova a fare crociere , magari con la famigliola al seguito, su un missile a vela iperallegerito e con interni davvero spartani, che magari a qualcuno può pure piacere come idea, ma non è roba da tutti, meglio essere chiari.

Il progetto IDEA850 è scalabile al 90% senza grosse modifiche, vien fuori uno scafo di 7,65 x 2,86 m con circa 41 m2 di superficie velica in bolina, e un dislocamento di progetto intorno ai 2000-2100 kg circa, ovviamente gli interni saranno un pò più risicati, ma credo si possa fare mantenendo comunque un senso alla barca. Per carrellarla due son le soluzioni, o si schiglia ogni volta come fanno sui mini , che è un gran bel mal di testa, o si pensa una versione con chiglia retraibile a spada su scassa chiusa come su Hirundo 750, che va ad impattare un pò sugli interni, inevitabilmente.
Se qualcuno fosse interessato a intraprendere una costruzione simile, la eventuale modifica sulla chiglia ce la metto io agratisse.
www.modernwoodenboat.com
IP IP Logged
drmacchius
Senior Member
Senior Member


Iscritto: 24 Mag 2008
zona (provincia): Novara
Online Status: Offline
Messaggi: 184
Quota drmacchius Replybullet Posted: 04 Nov 2017 alle 10:45
Quindi, questa Idea „ 760“ rientrerebbe nei criteri di carrellabilitá massimi di carrellabilità. Quanto pescherebbe? La chiglia retrattile alla maree Haute Django ne limiterebbe le prestazioni o la stabilità in altura? Utilizzando per rinforzi e rivestimenti fibre nobili tipo kevlar e carbonio si avrebbero risparmi di peso o incrementi di robustezza significativi in modo da impedire da rispettare eventuali criteri di omologazione in classe B?Potenziarne il piano velico con proporzioni paragonabili a un classe mini o un classe 950 necessiterebbe modifiche importanti del progetto specie se si vuole rinunciare all‘entrobordo (esempio utilizzando water Ballast) oppure basterebbe solo adeguare pesi e sartiame? Ovviamente smontare la chiglia come su un mini è un enorme sbattimento ma credo che chi pensa a una barca simile ha un target a bastanza simile all‘utente mini ma che cerca una barca adatta a due persone, possibilmente rimessabile in inverno una volta l‘anno e che possa essere utilizzta un anno in Atlantico, l‘altro in baltico o Tirreno, o Adriatico o ionio o Egeo potendo essere trasportata senza necessariamente passare dal mare. Il mercato commerciale non offre molte alternative valide(anzi caratteristiche simili a parte il Django 7.7 che è meno sportivo o i mini di ultima generazione che sono troppo Piccoli ) non c’è n‘è, e anche volendo fare compromessi una barca attrezzata verrebbe a costare quanto una di 11 m.
IP IP Logged
crispilo
Moderator Group
Moderator Group
Avatar

Iscritto: 12 Set 2006
Online Status: Offline
Messaggi: 1500
Quota crispilo Replybullet Posted: 04 Nov 2017 alle 19:14
-pescaggio: circa 1,75 con chiglia con bulbo retraibile a spada , di più (circa 1,90 credo) con chiglia pivotante in monofusione, vedi oltre

-chiglia pivotante esterna (come sul django 770 e tante altre barche franzesi): su un' autocostruzione c'è un problema: è una monofusione in ghisa , senza bulbo, con uno scarpone in fondo molto ridotto (per quello pesca un botto) , pensare di costruire una roba simile in lamiere di acciaio è un bel mal di testa, e una monofusione in ghisa di una singola chiglia è economicamente impensabile, se poi come mi pare di capire ti interessa un robo da regata tirato, le performance di lama e bulbo in piombo sotto sono decisamente superiori a 'na chiglia del genere, per la stabilità si fanno i calcoli in modo che il baricentro stia sempre lì, quindi cambia poco;

-classe B: idea850 nasce strutturalmente come classe B, credo lo rimarrebbe anche riscalata, nel caso dovrò verificarlo.

-carbon-kevlar sui rinforzi: non vale la pena, risparmi pochi kg, e con un pò di sfiga rischi pure di inciampare in qualche regolamento di regata che vieta il carbonio come materiale strutturale, fatte salve appendici.

-potenziare il piano velico: si può fare, non richiede irrobustimenti strutturali, solo un assegno extra per vele e albero maggiorato, io ritengo che aumentare ancora la superficie velica richieda un gran "manico" in pozzetto , ma se gestisci la barca come ho visto fare a Michele Zambelli sul suo class 950, "just do it", come diceva quella pubblicità , se po fà ;)   
   
-motore: riscalandola opterei senza dubbio per un fuoribordo, specie per uso regata.

-regata o altro ? che io mica l 'ho capito, perchè da quello che stai chiedendo mi pare che vuoi tirare fuori un discreto mostriciattolo di 7,80 m iperinvelato e molto leggero "pure racing", o sbaglio ?
www.modernwoodenboat.com
IP IP Logged
drmacchius
Senior Member
Senior Member


Iscritto: 24 Mag 2008
zona (provincia): Novara
Online Status: Offline
Messaggi: 184
Quota drmacchius Replybullet Posted: 05 Nov 2017 alle 00:46
Diciamo che con 120 kg di peso sulle derive e anche gli skiff non sono proprio adatto e comunque dopo un paio di incidenti ho la schiena troppo incriccata per andare a trapezio su un 49er o un cat di 20 piedi....ma l’impostad Velica é quella e andare forte in barca mi piace - non per niente di solito vado a a Bonifacio e negli ultimi anni sempre più in autunno o inverno per beccare più vento. Se il lavoro non me lo impedisce l’anno prossimo le vacanze vorrei farle imbarcato per la middle See Race. Di sicuro la classe mini 650 é quella che mi ispira di più - e probabilmente prima di imbattermi nella costruzione di una barca prenderei un vecchio proto per farci esperienza in mediterraneo- ma comunque i mini sino veramente spartani e per fare campeggio nautico in solitario vanno bene, ma in due (o se aumentano le esigenze di spazio per viveri o attrezzature perché si sta in giro più a lungo o si va in barca nei mari freddi) diventa proprio stretto. Quindi se trovassi una barca con cui partecipare a una regata d’altura una volta l’anno e Icon cui fare le vacanze un anno in mediterraneo, uno in baltico lasciandola su Marina locali da aprile a fine ottobre e girandomi negli anni tutti i mari europei senza necessariamente dover fare diverse settimane di trasferimento ogni volta che si vuole cambiare acque, troverei la barca da tenere sino alla pensione e che non abbandonerei mai, anche anche se per esigenze varie per viaggi impegnativi o per vacanze di gruppo affitterei barche decisamente più grandi.

Ritornando alla chiglia: la versione autocostruita sarebbe spiaggiabile come le barche francesi o non potrebbe sostenere il peso della barca?
IP IP Logged
drmacchius
Senior Member
Senior Member


Iscritto: 24 Mag 2008
zona (provincia): Novara
Online Status: Offline
Messaggi: 184
Quota drmacchius Replybullet Posted: 05 Nov 2017 alle 02:02
Originally posted by drmacchius

Diciamo che con 120 kg di peso sulle derive e anche gli skiff non sono proprio adatto e comunque dopo un paio di incidenti ho la schiena troppo incriccata per andare a trapezio su un 49er o un cat di 20 piedi....ma l’impostad Velica é quella e andare forte in barca mi piace - non per niente di solito vado a a Bonifacio e negli ultimi anni sempre più in autunno o inverno per beccare più vento. Se il lavoro non me lo impedisce l’anno prossimo le vacanze vorrei farle imbarcato per la middle See Race. Di sicuro la classe mini 650 é quella che mi ispira di più - e probabilmente prima di imbattermi nella costruzione di una barca prenderei un vecchio proto per farci esperienza in mediterraneo- ma comunque i mini sino veramente spartani e per fare campeggio nautico in solitario vanno bene, ma in due (o se aumentano le esigenze di spazio per viveri o attrezzature perché si sta in giro più a lungo o si va in barca nei mari freddi) diventa proprio stretto. Quindi se trovassi una barca con cui partecipare a una regata d’altura una volta l’anno e Icon cui fare le vacanze un anno in mediterraneo, uno in baltico lasciandola su Marina locali da aprile a fine ottobre e girandomi negli anni tutti i mari europei senza necessariamente dover fare diverse settimane di trasferimento ogni volta che si vuole cambiare acque, troverei la barca da tenere sino alla pensione e che non abbandonerei mai, anche anche se per esigenze varie per viaggi impegnativi o per vacanze di gruppo affitterei barche decisamente più grandi.

Ritornando alla chiglia: la versione autocostruita sarebbe spiaggiabile come le barche francesi o non potrebbe sostenere il peso della barca?


Comunque dipende da cosa intendi per pure Racing. Se intendi il Melges 24 o proto ultraturati che devono evitare l’ Onda o di uscire con condizioni di vento diverse da quelle consigliate dal progettista no, se per te ill il vecchio coco , té salt e i Pogo sono pure Racing allora si
IP IP Logged
crispilo
Moderator Group
Moderator Group
Avatar

Iscritto: 12 Set 2006
Online Status: Offline
Messaggi: 1500
Quota crispilo Replybullet Posted: 06 Nov 2017 alle 15:20
"pure racing" per me vuol dire barche dedicate, pensate e attrezzate 100% per le regate, per un tipo di regate alle quali son dedicate , poi se le regate sono robe fatte tra le boe a mezzomiglio da terra avrai i Melgi i geisettanti e tutte le loro discendenze :9 se le regate sono fare il giro della sicilia o un saltino alla giraglia e ritorno avrai altre barche, i mini, i class 950, i class 40, i maxi (che fanno un pò tutto), etc etc., ovvio.
Andare a fare regate tra le boe virando ogni due minuti con una barca pensata e attrezzata per l'offshore dove fai bordi da 30 miglia al minimo, è un esercizio di tafazzismo nautico non indifferente che mi risparmio da velista dea domenica e cerco di risparmiare ai miei clienti da progettista .

Tornando all idea 850 riscalata, và da se che se disegni una chiglia pivotante esterna non puoi farla che se per sbaglio (o meno) la barca poggia sulla chiglia si sfonda la barca !!! Comunque sì, se po fà pure quello , il problema della chilgia pivotante esterna è un problema di costruzione, spese e complicazioni in più, e di inevitabili minori performances in una eventuale barca da regata, non è un problema di progetto.
www.modernwoodenboat.com
IP IP Logged
drmacchius
Senior Member
Senior Member


Iscritto: 24 Mag 2008
zona (provincia): Novara
Online Status: Offline
Messaggi: 184
Quota drmacchius Replybullet Posted: 06 Nov 2017 alle 20:01
Io per „una regata l‘anno“ intendo lquelle d‘altura. La Giraglia mi sembra il fine a cui tendere, la middle Sie con un 24 piedi in due non me la sentirei, anche se in estate e senza lo stress competitivo quello è proprio il tipo di percorrenze che mi piacerebbe percorrere.

Ma una Wing keel a baionetta è così complessa? Pensavo fosse come fare una chiglia a bulbo ma con una forma che permette di appoggiarvisi sopra con la bassa marea senza grossi problemi
IP IP Logged
crispilo
Moderator Group
Moderator Group
Avatar

Iscritto: 12 Set 2006
Online Status: Offline
Messaggi: 1500
Quota crispilo Replybullet Posted: 06 Nov 2017 alle 23:56
Wing keel, complessa da costruire ? se trovi un acciaista in gamba si fa, complessa da disegnare in maniera efficiente : si ,lo è, e non poco, questo unito a quanto dico sotto fa sì che praticamente non le usi più nessuno.
Utilità di una wing keel su una barca da regata: nessuna, hai solo un botto di superficie bagnata in più, e un baricentro comunque più alto che una chiglia ad alto allungamento con un bulbo sotto.
Altro problema, questo strutturale: una wing keel a baionetta vuol dire che quando poggi sta barca sulla chiglia, stai caricando praticamente tutto il peso della barca, 2 tons circa, sulla scassa, a trazione sulle giunzioni madieri scafo. Magari per giorni. Ecco , questo qualche mal di testa me lo creerebbe, visto che in una barca performante devi tenere i pesi leggeri. Per carità nulla che non si possa fare, ma stai ad ogni step aggiungendo complicazioni.
www.modernwoodenboat.com
IP IP Logged
drmacchius
Senior Member
Senior Member


Iscritto: 24 Mag 2008
zona (provincia): Novara
Online Status: Offline
Messaggi: 184
Quota drmacchius Replybullet Posted: 07 Nov 2017 alle 00:57
Capisco, si vede proprio che non sono un progettista. Mi sa che è tutto più facile a dirsi che a farsi. In caso credo che si debba discuterne adeguatamente dopo l‘acqisto Dei piani di studio. Il fatto comunque che possa essere riscalata a uns misura carrellabile , che si possa fare una chiglia retrattile che permetta di ancorare con poco fondale e che si possa potenziare l’armo rendendolo un classe mini più grande (o un classe 950 più piccolo) è gran cosa
IP IP Logged
Page  of 2 Next >>
Rispondi Invia un nuovo messaggio
Versione Stampabile Versione Stampabile

Tu non puoi inviare nuovi messaggi
Tu non puoi rispondere ai messaggi
Tu non puoi cancellare i tuoi messaggi
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
Tu non puoi creare sondaggi
Tu non puoi votare i sondaggi

Bulletin Board Software by Web Wiz Forums version 8.03
Copyright ©2001-2006 Web Wiz Guide